26 settembre 2019 – Oggi è stato un grande giorno per il trattato delle Nazioni Unite sulla proibizione delle armi nucleari (TPNW): in una cerimonia di alto livello presso la sede delle Nazioni Unite a New York, 9 paesi hanno firmato e 5 ratificato il trattato, avvicinandolo ancora di più all’entrata in vigore.

Durante la cerimonia, che ha avuto luogo durante la Giornata internazionale per l’eliminazione totale delle armi nucleari ed è stata ospitata da Stati che sono sostenitori da lungo tempo del Trattato, i presidenti e i ministri degli esteri si sono alzati in difesa di un mondo senza armi nucleari. Come ha affermato Tijjani Muhammad-Bande della Nigeria, neo eletto presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite e primo relatore durante la cerimonia, oggi: “Lodiamo gli Stati che hanno aderito al TPNW e raccomandiamo a coloro che non lo hanno fatto di aderire a questa azione in difesa della vita. ”

I paesi che hanno firmato il TPNW oggi sono: Botswana, Dominica, Grenada, Lesotho, St Kitts e Nevis, Tanzania, Zambia. Le Maldive e Trinidad e Tobago hanno entrambe firmato e ratificato il Trattato durante la cerimonia, e anche Bangladesh, Kiribati e Laos hanno presentato il loro strumento di ratifica. Ciò porta il TPNW a 79 firmatari e 32 Stati parti.

Quando il Trattato raggiungerà 50 stati parti entrerà in vigore, rendendo illegali le armi nucleari ai sensi del diritto internazionale. E sappiamo che quel giorno sta arrivando. Nelle ultime settimane, abbiamo sentito da molti altri paesi che le loro ratifiche sono imminenti.

Mitchie Takeuchi, attivista dell’ICAN e Hibakusha di seconda generazione, lo ha detto meglio durante il suo discorso all’UNGA per conto di ICAN oggi: “In un clima di rischio crescente, il TPNW offre un percorso alternativo verso l’irresponsabilità e l’irrazionalità dei leader mondiali possessori di armi nucleari. Mette al bando le armi nucleari per tutti, per sempre. Questo trattato è il futuro. Entrerà in vigore.”

Dopo oggi, il trattato è quasi a due terzi del percorso per la sua entrata in vigore e sappiamo che i nostri attivisti di tutto il mondo non si fermeranno fino a quando tutti i paesi non saranno a bordo.

Grazie per tutto ciò che fate per sostenerci in questo obiettivo.

Beatrice Fihn
Executive Director
International Campaign to Abolish Nuclear weapons