GINEVRA, 20 Aprile 2012 – La Campagna internazionale per abolire le armi nucleari (ICAN) accoglie con favore l’annuncio del ministro degli Esteri norvegese Jonas Gahr Støre che la Norvegia ospiterà un incontro a Oslo nel 2013 sulle conseguenze umanitarie delle armi nucleari.

Considerando lo slancio crescente verso il divieto delle armi nucleari, tra cui la risoluzione “Lavorare per l’eliminazione delle armi nucleari” adottata dalla Croce Rossa e dal Consiglio dei Delegati della Croce Rossa Internazionale riunitisi lo scorso novembre, il Ministro degli Esteri norvegese Jonas Gahr Støre ha annunciato martedì al parlamento norvegese che è prevista per la prossima primavera “una conferenza a Oslo per evidenziare i diversi aspetti e problemi che implicano le armi nucleari dal punto di vista umanitario”.

Il Dott. Tilman Ruff, presidente della Campagna Internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (ICAN), accoglie con favore l’annuncio, dicendo che “dimostra che i governi sono ancora disposti a raccogliere la sfida posta dalle armi nucleari per le nostre società, il nostro ambiente e la nostra sicurezza. Tutti i governi, anche se non possiedono armi nucleari, condividono la responsabilità di rimuovere questo pericolo comune”.

“Questo è un momento cruciale per l’abolizione del nucleare” dice il Dott. Ruff. “L’impatto umanitario delle armi nucleari è stato troppo spesso messo ai margini della questione riguardante il disarmo nucleare, privilegiando un dibattito centrato sulla sicurezza.È giunto il momento che gli Stati inizino a considerare dal punto di vista umanitario le conseguenze catastrofiche di qualsiasi uso di armi nucleari”.

Considerando questa come una buona opportunità di incontro per i leader politici dei diversi paesi, Magnus Løvold, coordindatore della campagna ICAN in Norvegia, dice: “questo non dovrebbe essere solo un altro incontro diplomatico, ma deve portare ad una chiara tabella di marcia per un nuovo standard umanitario e legale. ICAN invita la Norvegia e gli altri governi partecipanti ad utilizzare l’incontro come un passo verso i negoziati per un trattato per bandire le armi nucleari”.

Il Dott. Ruff conclude: “ICAN, la campagna internazionale per abolire le armi nucleari – una coalizione che rappresenta più di 200 ONG aderenti presenti in 60 paesi del mondo – appoggia pienamente questa iniziativa e si impegna a mobilitare il sostegno dell’opinione pubblica di tutto il mondo per favorire un tale processo.”

 

Daniela Varano Campaign Communications Coordinator daniela@icanw.org +41-78-726 26 45

Dr. Tilman Ruff Chair of ICAN tar@unimelb.edu.au +61 438 099 231

Magnus Løvold ICAN Norway campaign coordinator lovold@icanw.org +47 45 49 19 67

Cari Amici, ho appena aderito alla campagna Senzatomica per il sostegno dell’Italia all’abolizione delle armi nucleari. Fallo anche tu: www.senzatomica.it/goodbyenukes/

CONDIVI QUESTO POST COPIANDO ED INCOLLANDO QUESTO LINK SU FACEBOOK

https://www.senzatomica.it/goodbyenukes/