Quest’anno la Giornata internazionale contro i test nucleari coincide con il ventesimo anniversario della chiusura del sito di prova delle armi nucleari di Semipalatinsk, in Kazakistan. Centinaia di questi test nel corso della Guerra fredda hanno lasciato una devastante eredità per le popolazioni locali e per il loro ambiente naturale. Dopo aver visitato i luoghi di questo capitolo buio della storia dell’umanità, desidero sottolineare

il mio sostegno nei confronti del governo e del popolo del Kazakistan, che continuano a sopportarne le conseguenze. Voglio lodare gli sforzi volti a garantire che la messa in luce dei terribili effetti di questi test possa produrre risultati positivi.

Abbiamo un forte bisogno di nuovi progressi per riuscire ad avere un mondo libero dai test e dalle armi nucleari. Le attuali moratorie volontarie sui test nucleari sono preziose, ma non possono sostituire un divieto globale. Per questo motivo è importante che il Trattato per il bando completo dei test nucleari entri in vigore il più presto possibile. Si tratta di un elemento fondamentale del disarmo internazionale e del regime di non proliferazione e merita il sostegno attivo di tutti gli stati.

L’importanza vitale dell’entrata in vigore dell’accordo è stata riaffermata in occasione della Conferenza di riesame del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari del 2010 ed è stata inserita nel piano d’azione concordato. Questo regime di verifica si è dimostrato un valido strumento per la cooperazione internazionale. Sono pienamente convinto della sua capacità di fornire in futuro un mezzo indipendente, affidabile e conveniente per rilevare – e quindi scoraggiare – qualsiasi violazione delle disposizioni del trattato.

Per queste ragioni, esorto tutti gli stati che ancora non lo abbiano firmato o ratificato a farne una questione prioritaria. Il raggiungimento di quest’obiettivo rafforzerebbe ulteriormente il crescente movimento per un mondo libero dalle armi nucleari. Ogni giorno, sempre più persone vedono i test e le armi nucleari come un pericoloso retaggio della Guerra fredda, il cui abbandono è atteso da tempo. In questa Giornata internazionale contro i test nucleari, invito tutti gli stati a compiere un passo coraggioso verso un mondo più sicuro e più sano per tutti.

Ban Ki-moon

Segretario-Generale delle Nazioni Unite

fonte: http://www.unric.org/it/attualita/27608-29-agosto-2011-messaggio-per-la-giornata-internazionale-contro-i-test-nucleari

Cari Amici, ho appena aderito alla campagna Senzatomica per il sostegno dell’Italia all’abolizione delle armi nucleari. Fallo anche tu: www.senzatomica.it/goodbyenukes/

CONDIVI QUESTO POST COPIANDO ED INCOLLANDO QUESTO LINK SU FACEBOOK

https://www.senzatomica.it/goodbyenukes/