Dichiarazione sul test nucleare condotto dalla Repubblica Popolare di Corea

A cura del Presidente di Pugwash Jayantha Dhanapala e del segretario generale di Pugwash Paolo Cotta-Ramusino

Oggi, 6 gennaio 2016, la Corea del nord ha condotto un nuovo test nucleare.

Negli ultimi 17 anni, la RPDC è stato l’unico paese nel mondo che abbia continuato a condurre test di armi nucleari.

Il test di oggi è stato annunciato come un test di un’arma termonucleare, anche se più probabilmente era un test di un’arma a fissione ordinaria con forse qualche “potenziamento” (da fusione).

Mentre la Corea del Nord ha probabilmente una lunga strada da percorrere verso la costruzione di vere armi termonucleari che possano essere montate su missili a lungo raggio, tuttavia il messaggio politico generale associato a questo ultimo test è tutt’altro che positivo.

Le tensioni politiche presenti nella regione nord-orientale dell’Asia dovrebbero essere affrontate con i mezzi della politica, e non con l’escalation della corsa agli armamenti e con l’invio di messaggi minacciosi. La ripresa dei colloqui a sei e la facilitazione della comunicazione tra le due Coree, sono passi importanti che devono essere sostenuti da tutti gli Stati interessati, nonché dalla comunità internazionale.

Jayantha Dhanapala, Presidente di Pugwash

Paolo Cotta-Ramusino, Segretario generale di Pugwash

 

link all’articolo sul sito del Pugwash 

link al documento originale

Cari Amici, ho appena aderito alla campagna Senzatomica per il sostegno dell’Italia all’abolizione delle armi nucleari. Fallo anche tu: www.senzatomica.it/goodbyenukes/

CONDIVI QUESTO POST COPIANDO ED INCOLLANDO QUESTO LINK SU FACEBOOK

https://www.senzatomica.it/goodbyenukes/