Il fallout di una esplosione nucleare, detto anche ricaduta radioattiva, è costituito dal materiale coinvolto nell’esplosione, compreso quello reso radioattivo dal cosiddetto effetto NIGA (Neutron Induced Gamma Activity), e lanciato in aria dall’esplosione stessa che ricade sotto forma di cenere e pulviscolo. La ricaduta del materiale nella zona dell’esplosione (fallout primario) inizia entro pochi minuti con i detriti e le polveri più pesanti. Il materiale più fine scagliato in aria viene invece trasportato dal vento e inizia a ricadere da una a due ore dopo (fallout secondario). La “coda” del fallout secondario può allungarsi per decine di chilometri per le esplosioni più potenti e il materiale radioattivo continua a cadere per un certo tempo contaminando così tutto ciò che incontra.

Cari Amici, ho appena aderito alla campagna Senzatomica per il sostegno dell’Italia all’abolizione delle armi nucleari. Fallo anche tu: www.senzatomica.it/goodbyenukes/

CONDIVI QUESTO POST COPIANDO ED INCOLLANDO QUESTO LINK SU FACEBOOK

https://www.senzatomica.it/goodbyenukes/