Chi ha paura dell’atomica? Arsenali, deterrenza nucleare e sicurezza umana

febbraio 2013

18feb

Chi ha paura dell'atomica? Arsenali, deterrenza nucleare e sicurezza umana

Altro

Dettagli

Il Forum degli Allievi della Scuola Normale Superiore di Pisa ha organizzato la conferenza “Chi ha paura dell’atomica? Arsenali, deterrenza nucleare e sicurezza umana” riportiamo il video integrale di questa splendida iniziativa.

Nel 2011 la presentazione presso la Camera dei Deputati della campagna internazionale “senzatomica” ha incoraggiato in tutta Italia iniziative tese alla sensibilizzazione della cittadinanza sul tema del disarmo nucleare.

Da settembre 2012 anche il Comune di Pisa ha dato la propria adesione alla campagna, con l’obiettivo di sostenere una convenzione per l’abolizione delle armi nucleari.
Circa un anno fa l’incontro alla Scuola Normale “alle radici del disarmo nucleare. Hiroshima e Nagasaki tra storia e memoria” ha tentato di recuperare criticamente i contenuti storici e visivi relativi ai bombardamenti del 6 e 9 agosto 1945.

Oggi il Forum degli allievi propone una nuova riflessione

sulla questione delle armi nucleari, avvicinandosi all’attualità.

Francesco Lenci, laureato in fisica a Pisa, è stato Dirigente di ricerca del Cnr e direttore dell’istituto di Biofisica del Cnr; membro del Consiglio scientifico Generale del Cnr, si occupa prevalentemente di biofisica sensoriale e spettroscopia di fotopigmenti. Agli inizi degli anni ottanta si avvicina alla questione del disarmo e del controllo degli armamenti divenendo successivamente membro del Pugwash e del Consiglio scientifico dell’Unione scienziati per il Disarmo (UsPiD); è stato segretario Generale dell’UsPiD dal 1983 al 1990 e insegna “sistemi d’arma, disarmo e controllo degli armamenti” all’interno del corso di laurea in scienze per la Pace: cooperazione internazionale e trasformazione dei conflitti.

Leopoldo Nuti insegna storia delle relazioni internazionali nella Facoltà di scienze politiche ed è direttore della sezione di studi internazionali della scuola di dottorato all’Università di roma tre. È co-direttore di nPiHP-nuclear Proliferation international History Project, direttore del Centro Machiavelli per gli studi sulla Guerra fredda. Laureato a Firenze e addottorato a roma,  è stato borsista Fulbright, Nato research Fellow, Jean Monnet Fellow all’istituto Univeristario europeo, research Fellow presso il Csia, Harvard University, research Fellow per il nuclear History Program, senior research Fellow all’istituto norvegese nobel e Visiting Professor all’institut d’etudes Politiques di Parigi. Ha un numero ampio di pubblicazioni in inglese e in francese, oltre che in italiano sulle relazioni tra Usa e italia e sulle politiche italiane in materia di estero e sicurezza. tra le sue pubblicazioni: “L’esercito italiano nel secondo dopoguerra, 1945-1950” (Ufficio storico dello stato Maggiore, 1989), “i missili di ottobre. La storiografia americana e la crisi cubana del 1962” (Led, 1994), “La sfida nucleare” (il Mulino, 2007).

Enza Pellecchia è professore di Diritto Privato presso i corsi di laurea in Giurisprudenza e in Scienze per la Pace dell’Università di Pisa ed è vicedirettore del CISP (Centro Interdisciplinare di Scienze per la Pace). È membro del comitato scientifico della campagna “Senzatomica” promossa dall’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai. Si occupa di diritti della persona, tema sul quale ha pubblicato numerosi saggi e due monografie, una sul trattamento dei dati personali, l’altra sul sovraindebitamento.

link fonte originale articolo: http://www.sns.it/scuola/attivitaculturali/forumallievi/anniprecedenti/2013/atomica/

Quando

Tutto il giorno (Lunedì)

Dove

Scuola Normale Superiore di Pisa

Piazza dei Cavalieri 7, Pisa

Cari Amici, ho appena aderito alla campagna Senzatomica per il sostegno dell’Italia all’abolizione delle armi nucleari. Fallo anche tu: www.senzatomica.it/goodbyenukes/

CONDIVI QUESTO POST COPIANDO ED INCOLLANDO QUESTO LINK SU FACEBOOK

https://www.senzatomica.it/goodbyenukes/