Dichiarazione pubblica sull’adozione del Trattato per l’abolizione delle armi nucleari

Comunità di fede preoccupate per le armi nucleari

Il 7 luglio 2017, più di 120 nazioni, riunite presso la sede centrale dell’ONU a New York, hanno adottato il Trattato per l’abolizione delle armi nucleari. Avendo ripetutamente espresso le nostre preoccupazioni sulle conseguenze umanitarie e ambientali di un qualsiasi uso di armi nucleari, accogliamo calorosamente l’adozione di questo Trattato quale passo fondamentale verso l’obiettivo di un mondo libero dalle armi nucleari.

Le nostre rispettive tradizioni religiose difendono il diritto delle persone e di tutti gli esseri viventi di vivere in sicurezza e con dignità. Crediamo nei dettami della coscienza e della giustizia; desideriamo onorare il nostro impegno di proteggere i vulnerabili e di fare da guida per la salvaguardia del pianeta per le generazioni a venire. Le armi nucleari sono del tutto incompatibili con questi valori e questo impegno, e manifestano un assoluto disprezzo dei principi dell’umanità.

Riconosciamo ed elogiamo il coraggio dimostrato dagli stati presenti alle conferenze, gli sforzi inestimabili dell’ONU e delle altre organizzazioni internazionali, nonché della società civile, che hanno infine portato alla realizzazione di questo trattato. Nutriamo profondo rispetto per gli hibakusha (sopravvissuti alle armi atomiche), le vittime dei test nucleari e tutti coloro che soffrono gli effetti delle radiazioni derivanti dalla produzione di armi nucleari e il degrado ambientale delle loro terre. Le loro esperienze e il loro sostegno hanno dimostrato che lo scopo fondamentale di questo trattato deve essere quello di impedire che qualsiasi altro individuo, famiglia o società possa patire le inaccettabili sofferenze e il dolore che essi hanno sopportato.

Ora è essenziale che i principi e le norme di questo trattato siano diffusi ampiamente tra i popoli del mondo, al fine di raggiungerne l’adozione e la concretizzazione a livello universale. In qualità di persone di fede, ci assumiamo come nostra particolare responsabilità l’impegno di aumentare la consapevolezza dei rischi e delle conseguenze delle armi nucleari per le generazioni presenti e future e di risvegliare la coscienza pubblica affinché si costituisca un elettorato popolare mondiale a ruolo supporto del trattato, al fine di realizzare e mantenere un mondo libero dalle armi nucleari.

***

N. Nome della persona / organizzazione

(in ordine alfabetico)

Incarico Affiliazione
1 Acharya Marty Janowitz Shambhala
2 Dott.ssa Akemi Bailey Haynie Direttrice dei Women’s Programs Soka Gakkai International – USA
3 American Friends Service Committee
4 Rev. angel Kyodo williams newDharma Community & Center for Transformative Change
5 Anne Seisen Saunders Sweetwater Zen Center, National City, Calfornia (USA)
6 Anthony Donovan
7 Suor Ardeth Platte Jonah House
8 Ven. Bhikkhu Bodhi Buddhist Global Relief
9 Suor Carol Gilbert Jonah House
10 Christian Campaign for Nuclear Disarmament
11 Columban Center for Advocacy and Outreach
12 Community of Living Traditions at Stony Point Center
13 Conference of Major Superiors of Men
14 Congregation of Our Lady of Charity of the Good Shepherd, US Provinces
15 Dharma Sangha – Crestone Mountain Zen Center
16 Doug Hostetter Direttore United Nations Office, Mennonite Central Committee
17 Rev. Eido Frances Carney Soto Zen Buddhism, Temple Ground Press
18 Friends Committee on National Legislation
19 Gina Sharpe Co-Fondatore New York Insight Meditation Center
20 Hirotsugu Terasaki Direttore generale dell’ufficio per la Pace e gli Affari internazionali Soka Gakkai International
21 Rev. Hozan Alan Senauke Direttore Clear View Project
22 Insight Meditation Community of Washington
23 Islamic Society of North America
24 Dott. Jack Kornfield Spirit Rock Buddhist Center
25 Janet Fenton Northern Friends Peace Board (Quakers)
26 Jim Winkler Segretario generale/Presidente National Council of Churches, USA
27 Jisho Warner Stone Creek Zen Center
28 Rev Joan Hogetsu Hoeberichts Abate Heart Circle Sangha
29 Rev. Josho Pat Phelan Badessa Chapel Hill Zen Center
30 Juanne Robinson Peace Action
31 Rev. Dott. T. Kenjitsu Nakagaki Presidente Buddhist Council of New York
32 Bishop Kevin Dowling C.Ss.R. Co-Presidente Pax Christi International
33 Rev. Kenshin Catherine Cascade Capo insegnante Bird Haven Zendo
34 Kittisaro & Thanissara Sacred Mountain Sangha – USA & Africa
35 Kotatsu John Bailes One Heart Zen
36 Kristin Barker
37 Malik Mujahid Sound Vision
38 Marie Dennis Co-Presidente Pax Christi International
39 Maryknoll Office for Global Concerns
40 Matt Regan Segretario International Buddhist Committee of Washington DC
41 Mikael Lindgren Church of Sweden
42 Monica Willard United Religions Initiative
43 Multifaith Voices for Peace and Justice
44 Muslim Peace Fellowship
45 Mustafa Cerić Gran Muftì Emerito di Bosnia, Presidente World Bosniak Congress
46 National Advocacy Center of the Sisters of the Good Shepherd
47 Bishop Noriaki Ito Higashi Honganji North America District
48 Olympia Zen Center’s Soto Zen Buddhist Sangha
49 Suor Patricia Chappell Direttore esecutivo Pax Cristi USA
50 Roshi Pat Enkyo O’Hara Village Zendo, New York City (USA)
51 Pax Christi International
52 Sensei Koshin Paley Ellison Insegnante guida New York Zen Center for Contemplative Care
53 Rev. Shodo Spring Mountains and Waters Alliance
54 Sisters of Mercy of the Americas – Institute Justice Team
55 Susi Snyder Manager del Nuclear Disarmament Programme Pax
56 The Sussex Sangha
57 Rabbi Peter S. Knobel Consigliere speciale per la Sicurezza Globale Religious Action Center of Reform Judaism
58 Rev. Taigen Dan Leighton PhD Ancient Dragon Zen Gate, Soto Zen Buddhist temple, Chicago (USA)
59 Timmon Wallis Quakers in Britain
60 Unitarian Universalist Association
61 United Church of Christ, Justice and Witness Ministries
62 United Methodist Church, General Board of Church and Society
63 Rev. Val Szymanski
64 Rev. Wendy Egyoku Nakao Zen Center of Los Angeles
65 World Council of Churches
66 Rev. Zuiko Redding Cedar Rapids Zen Center – Jikyouji, Cedar Rapids, Iowa (USA)

*Gli incarichi e le affiliazioni sono fornite soltanto a scopo identificativo; i nomi di persona o delle organizzazioni appaiono in ordine alfabetico.

fonte: http://www.sgi.org/content/files/resources/ngo-resources/peace-disarmament/ptnw-joint-statement-july-2017.pdf