(Trattato di non-proliferazione nucleare) Trattato sottoscritto nel 1968 da 187 Paesi appartenenti all’ONU ed entrato in vigore nel 1970.
Il TNP distingue esplicitamente tra “Stati nucleari” e “Stati non nucleari” e vieta a questi ultimi di entrare in possesso di materiale e tecnologie nucleari volte alla costruzione di armamenti. Stabilisce inoltre che qualsiasi trasferimento di materiale o tecnologie nucleari deve avvenire per usi pacifici e sotto lo stretto controllo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA).